La mappa nera: disorientare per nuove letture

Da gennaio a maggio ZUP ha ospitato in tirocinio Arianna Innamorati. Arianna è laureata in Product Design e a dicembre discuterà la sua tesi per il corso di laurea Magistrale di Design del Prodotto per l’Innovazione, sempre al Politecnico di Milano. Durante il tirocinio formativo con ZUP The recipe for change Arianna ha sviluppato strumenti utili e di supporto per gli ZUPlab, concentrandosi sulle fasi dell’esplorazione territoriale, sia nei casi in cui ZUP intervenga nella coesione e nella partecipazione, sia nei casi in cui si parli di innovazione nel turismo. Uno dei prodotti per noi più interessanti, sul quale abbiamo lavorato negli ultimi mesi è la Mappa Nera, una mappa nascosta da uno strato nero di vernice, di volta in volta diversa a seconda dei luoghi dove ci troviamo a lavorare, pensata come strumento di per l’esplorazione urbana, che propone un nuovo modo di relazionarsi e muoversi all’interno del territorio.

SAMSUNG CSC

SAMSUNG CSC

La Mappa Nera si presenta inizialmente come uno strumento di disorientamento, perché lascia completamente celati i luoghi.  In questo modo, gli esploratori, compresi coloro che già conoscono il territorio, si trovano a dover capire dove sono e recuperare così i principali riferimenti.

Si rimettono in discussione i luoghi, si cerca di (ri)conoscerli, e lo si fa grattando la superficie della mappa, sporcandosi le mani, possibilmente, e capendo così come il lavoro di reinterpretazione e di lettura di un territorio è sempre un andare a fondo, lavorando con attenzione oltre la prima superficie e mettendosi in gioco in modo serio.

Questo strumento vuole quindi aiutare a vivere ed osservare il territorio con occhi nuovi, come se fosse la prima volta, per generare nuove visioni utili a ripensarne lo sviluppo strategico e sociale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Documentazione, Idee e spunti, innovazionestrategica, tool e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...